Vai menu di sezione

Progetto per l'autonomia abitativa

In collaborazione con il Comune di Rovereto, sono disponibili 14 alloggi per dare una risposta abitativa nelle situazioni di emergenza abitativa in cui può venirsi a trovare una persona o un nucleo familiare. Gli alloggi vengono concessi per periodi di breve durata (massimo 24 mesi) in modo da consentire la ricerca di soluzioni abitative alternative e definitive.

Finalità

Il "Progetto per l'autonomia abitativa", istituito con Protocollo d'intesa tra A.p.s.p. C. Vannetti e il Comune di Rovereto, intende dare una risposta tempestiva a una situazione improvvisa di bisogno abitativo, non risolvibile nell'immediato con strumenti previsti dalla normativa provinciale per l'edilizia pubblia (L. p. 15/2005)

A chi si rivolge

Il Servizio si rivolge a nuclei familiari, anche monopersonali, residenti da almeno 12 mesi continuativi nel Comune di Rovereto, in una situazione di emergenza abitativa in quanto hanno perso o sono in procinto di perdere l'abitazione.

Assegnazione degli alloggi

L'interessato può presentare domanda all'A.p.s.p. C. Vannetti in qualsiasi momento utilizzando il modulo allegato sotto ed effettuando un colloquio presso il Servizio Sociale del Comune di Rovereto sito in via Pasqui n.10, telefono 0464 452135. La Commissione valuta le domande, redige le graduatorie e l'assegnazione è subordinata alla disponibilità di un alloggio compatibile con la composizione del nucleo familiare.

Tipologie di alloggi offerti

Sono disponibili 14 alloggi situati in via Valbusa Grande, in via Chiesa di San Martino a Norigio, in via della Gora, in via Lungo Leno Sinistro 24, in via Salvetti, in via Prato e in via della Terra 49.

Gli alloggi sono concessi in uso già arredati con le seguenti caratteristiche:

  • minialloggi per single o coppie
  • alloggi per famiglie

E' prevista la formula posto letto in alloggio collettivo per i soggetti che non riescono a raggiungere l'autonomia abitativa.

Che cos'è l'accordo per l'autonomia abitativa?

L'Accordo è un patto sottoscritto dal richiedente e da un operatore sociale assegnatogli dalla Commissione, in seguito all'accoglimento dalla domanda e all'inserimento della posizione in graduatoria, che indica il percorso per l'autonomia abitativa che il richiedente si impegna a realizzare nel periodo di godimento dell'alloggio concesso in uso.

In particolare l'Accordo indica:

  • le esigenze abitative del nucleo familiare;
  • le soluzioni abitative che il richiedente si impegna a ricercare e le relative condizioni contrattuali e economiche;
  • i vincoli e le opportunità da considerare per accedere alle soluzioni abitative prospettate e le attività che il richiedente si impegna a porre in atto;
  • la durata della concessione in uso dell'alloggio che sarà assegnato ritenuta sufficiente per superare la fase di emergenza. La durata massima non potrà superare i 24 mesi.

 Che cos'è la commissione per il progetto per l'autonomia abitativa?

La Commissione è un organo paritetico composto dal Presidente dell'Azienda o da un suo delegato che la presiede, dal Direttore dell'Azienda o da un suo delegato e da due rappresentanti del Comune di Rovereto.

La Commissione ha i seguenti compiti: 

  • valuta le domande per l'ottenimento di un alloggio e le eventuali domande di proroga o rinnovo della concessione:
  • approva ed aggiorna eventuali graduatorie; 
  • assegna un operatore per la preparazione e il monitoraggio dell'Accordo per l'autonomia abitativa;
  • valida l'Accordo per l'autonomia abitativa
Pagina pubblicata Martedì, 15 Maggio 2018 - Ultima modifica: Mercoledì, 06 Giugno 2018
torna all'inizio del contenuto