Vai menu di sezione

AGGIORNAMENTO DELLE DISPOSIZIONI CONCERNENTI LE VISITE IN RSA E ALLOGGI PROTETTI E I RIENTRI IN FAMIGLIA DEI RESIDENTI

Indicazioni per le visite dei familiari

Il Governo con decreto legge 24 dicembre 2021 n. 221, considerato l’andamento negativo della pandemia, ha modificato nuovamente le norme per l’ingresso di familiari e visitatori nelle RSA e negli Alloggi protetti per le visite ai loro cari.

Le seguenti disposizioni, sostitutive delle precedenti, sono applicate dal 30 dicembre 2021 al termine dell’emergenza coronavirus, per ora fissato al 31 marzo 2022.

 Queste indicazioni sono valide per la RSA S. Massimiliano Kolbe di Sacco, mentre le visite nella RSA di Via Vannetti sono temporaneamente sospese.

Visite nei locali interni alle RSA

Considerate le disposizioni stabilite dall’art. 7 del decreto legge sopra richiamato e la circolare n. 50 emessa dall’UPIPA in data 28 dicembre 2021, l’accesso alle strutture assistenziali di familiari e visitatori sarà consentito previa esibizione, insieme a valida certificazione verde Covid-19 (green pass) “rafforzata” di:

1)    copia del certificato vaccinale da cui si evinca il completamento del ciclo vaccinale primario, nonché l'esecuzione della dose di richiamo;

2)    oppure copia del certificato vaccinale da cui si evinca il completamento del ciclo vaccinale primario + esibizione tampone negativo eseguito entro le 48 ore precedenti;

3)    oppure copia del certificato di avvenuta guarigione dal COVID-19 + esibizione tampone negativo eseguito entro le 48 ore precedenti.

I documenti possono essere presentati in formato elettronico o cartaceo e saranno oggetto di presa di visione da parte del nostro personale incaricato.

Non sarà più possibile l’accesso alle RSA mediante esibizione del solo “green pass da tampone”.

Resta ferma la necessità di effettuare all’ingresso la procedura di triage (misurazione della temperatura e autocertificazione di assenza di condizioni ostative l’ingresso in struttura) e di rispettare le consuete indicazioni comportamentali (mascherina FFP2, limitazione dei contatti fisici, mantenere distanze da altri visitatori e altri residenti, evitare la consumazione di cibi e bevande).

Le visite ai residenti delle RSA di via Vannetti e S. M. Kolbe di Borgo Sacco negli spazi interni alle strutture dovranno essere prenotate con il consueto sistema di prenotazione on-line, accessibile dal seguente link: http://prenota.apspvannetti.it/

 

Colloqui protetti in locali esterni alle RSA e con schermo protettivo

I familiari o visitatori non vaccinati, anche se in possesso di un referto negativo di tampone recente e quindi in possesso di un green pass base o “green pass da tampone”, non potranno entrare nelle RSA.

Questi familiari o visitatori potranno visitare il loro caro unicamente nei locali adiacenti alle RSA e con accesso separato, mediante colloquio protetto, con schermo, distanziamento fisico e contatto protetto (stanza degli abbracci), previa prenotazione da effettuare tramite la Segreteria Visite Vannetti, telefonando al 345 979 16 05, oppure inviando una e-mail a visite.vannetti@gmail.com Per questi colloqui protetti non sono ammessi altri canali di prenotazione. La prenotazione è effettuabile fino a saturazione dei posti disponibili.

Resta ferma la necessità di effettuare all’ingresso la procedura di triage (misurazione della temperatura e autocertificazione di assenza di condizioni ostative l’ingresso in struttura), di esibire il green pass base e di rispettare le consuete indicazioni comportamentali (mascherina FFP2, limitazione dei contatti fisici, mantenere distanze da altri visitatori).

Anche i familiari in possesso di green pass rafforzato, ottenuto a seguito di malattia o vaccinazione, che non abbiano ancora fatto la dose di richiamo e desiderino fare un colloquio protetto ne hanno facoltà, esibendo il loro green pass rafforzato e quindi senza necessità di un certificato di tampone negativo effettuato entro le 48 ore precedenti.

 

Accesso in RSA nelle situazioni di particolare gravità

Resta ferma la possibilità di chiedere al nostro medico di autorizzare l’accesso di un familiare al nucleo assistenziale e nella stanza del residente nei casi di particolare e grave bisogno assistenziale o di fine vita. Il medico valuterà caso per caso se concedere l’ingresso e le relative condizioni e misure di prevenzione da rispettare.

 

Uscite dei residenti e rientri in famiglia

È fortemente raccomandato a tutti i residenti e familiari di rinunciare, fino a nuova indicazione, al rientro in famiglia del residente o al suo accompagnamento all’esterno della struttura.

Nell’attuale contesto pandemico, l’UPIPA, unione rappresentativa delle RSA provinciali, consultati i medici coordinatori delle RSA, ha suggerito a tutte le RSA della provincia di sospendere le uscite dei residenti dalle RSA, in quanto costitutivo di rischio di contagio per i nostri residenti, ancorché vaccinati.

Anche la presenza di un solo caso di positività tra i nostri residenti renderebbe infatti necessaria la sospensione delle visite e la chiusura e la compartimentazione delle nostre RSA, con gravissimo pregiudizio per le opportunità di relazione durante le festività natalizie, anche nel caso in cui le conseguenze cliniche del contagio risultassero per effetto della vaccinazione non gravi.

L’autorizzazione al rientro in famiglia può essere concessa dal nostro medico, condizioni di salute del residente permettendo, unicamente nei casi in cui il familiare di riferimento abbia i requisiti per effettuare le visite nei locali interni alle RSA sopra indicati e firmi un “patto di condivisione del rischio”, previsto dalla procedura vigente, che assicuri che il residente uscendo dalla RSA incontrerà unicamente persone in possesso dei requisiti per il possesso del green card rafforzato, ovvero con recenti guarigione o vaccinazione da Covid-19, anche in caso di minori.

 

Alloggi protetti di via Vannetti, civico 2, e di via Unione, civico 2

Le disposizioni vigenti in materia di visite alle RSA, da ultimo modificate dall’art. 7 del decreto legge 24 dicembre 2021 n. 221 e sopra richiamate, si applicano anche agli Alloggi protetti per anziani di via Vannetti e di via Unione, in quanto strutture residenziali socio-assistenziali.

Per le visite negli Alloggi protetti non è previsto un sistema di prenotazione.

Per accedere agli Alloggi protetti durante le fasce orarie di presenza degli operatori (dalle 8:00 alle 12:00) è necessaria l’autorizzazione dell’operatore presente, che accerterà la presenza delle condizioni indicate nel precedente paragrafo “visite nei locali interni alle RSA”.

Per l’accesso agli Alloggi protetti nelle altre fasce orarie, si raccomanda fortemente ai residenti e ai loro familiari o visitatori di effettuare visite attenendosi alle stesse regole.

Non è autorizzato l’ingresso agli Alloggi protetti di familiari in possesso del solo green pass base o “green pass da tampone”.

Resta ferma la necessità di effettuare all’ingresso la consueta procedura di triage (misurazione della temperatura e autocertificazione di assenza di condizioni ostative l’ingresso in struttura) e di rispettare le consuete indicazioni comportamentali (mascherina FFP2, limitazione dei contatti fisici, mantenere distanze da altri visitatori e altri residenti, evitare la consumazione di cibi e bevande).

 

Distinti saluti.

Il Coordinatore sanitario - Dott. Leonardo Iannielli

Il Direttore - Dott. Massimiliano Colombo

Pubblicato il: Venerdì, 30 Aprile 2021 - Ultima modifica: Venerdì, 14 Gennaio 2022
torna all'inizio